Ricetta:

CROSTINI TOSCANI DI FEGATINI


CROSTINI TOSCANI DI FEGATINI

Crostini Neri

Con questa dose vengono circa tre vaschette di sugo.
E’ una ricetta di mia nonna, come tutte quelle della tradizione, che trovate sul mio blog.
Anche se volete diminuire le dosi, tipo con 500 gr di fegatini, ricordatevi che gli odori sono la base della cucina tradizionale, non c’è una proporzione, sarà sufficiente 1 carota, 1 cipolla rossa, ½ costa di sedano e qualche ciuffo di prezzemolo.

INGREDIENTI

1 CAROTA piccola;

2 CIPOLLE dorate grandi;

1 CIPOLLA rossa piccola;

1 costola di SEDANO;

3 ciuffi di PREZZEMOLO;

1Kg e 500gr. di FEGATINI DI POLLO;

1 tubetto di PASTA D’ACCIUGA;

1 barattolo piccolo di CAPPERI;

OLIO e.v.o.

INFO BOX

Tempo di cottura: – 15minuti

Utensili necessari: – robot da cucina per frullare

PROCEDIMENTO:

  1. Pulire e tritare finemente gli odori: la carota, le cipolle, il sedano ed il prezzemolo.
  2. Far imbiondire in olio e.v.o. gli odori con un po’ di sale.

    In commercio i fegatini di pollo vengono venduti già puliti in delle vaschette, io personalmente gli controllo sempre perché vicino al fegato c’è una sacca verde, il fiele che è amarissimo, quindi ogni minima traccia io la rimuovo.

  3. Pulire i fegatini togliendo ogni traccia verde del fiele, togliere eventuali grasselli bianchi. Inoltre tagliare il cuore in 3 pezzetti, mentre il fegato in 2 pezzetti.
  4. Lavare bene il tutto e lasciarlo sgocciolare in un colino.
  5. Prima che si soffrigga del tutto il battuto aggiungere i fegatini puliti e sgocciolati, i capperi strizzati e il tubetto d’acciugata.
    Cuocere per 15 minuti.
  6. Una volta trascorso il tempo di cottura, tritare il tutto nel robot da cucina.
  7. Assaggiare il composto e se è poco saporito aggiungere capperi tritati finemente e/o acciugata.
  8. Servire il sugo su delle fette di pane toscano, io personalmente lo arrostisco un po’ in forno.
Il consiglio della Stilina
Se volete potete servire il sugo anche su quei porta sugo con sotto la candelina (non so come si chiamano!), così che i commensali si servono come meglio credono, in questo modo se il sugo non viene mangiato tutto, potete benissimo  recuperarlo per metterlo via.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *